lunedì 26 gennaio 2009

Biscotti "coccogocciole"




.....rieccoci, l'altra sera avevo una voglia pazzesca di biscotti e guardando gli ingredienti che avevo in casa ho pensato di provare a fare i biscotti "gocciole", usando anche la farina di cocco...devo dire che il risultato è stato ottimo quindi ve lo posto.



Biscotti "Coccogocciole"

180 gr. burro

300 gr. farina di cocco

200 gr. farina 00

2 uova

200 gr. zucchero di canna

100 gr goccie di cioccolato

1 bustina di vanillina , un pizzico di bicarbonato e un pizzico di sale


Impastare il burro ammorbidito con lo zucchero e le uova,poi aggiungere le due farine,la vanillina, il bicarbonato e il sale,deve risultare un composto morbido e compatto a questo punto aggiungerci le goccie di cioccolato.Fare delle piccole palline appiattirle e infornare nel forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti sfornare raffreddare e mangiare.....se non vi piace la farina di cocco usate solo la farina 00 (500 gr.) e avrete le gocciole che conoscete....Ciao e alla prossima

domenica 18 gennaio 2009

Affarismo...speculazione... o... natura come risorsa e valore. Che lago vuoi?

Vi segnalo un interessante dibattito pubblico organizzato dagli Amici del Territorio di Bardolino e promosso dal Coordinamento Comitati ed Associazioni Baldo Garda intitolato "Affarismo...speculazione... o... natura come risorsa e valore. Che lago vuoi?" che si svolgerà venerdì prossimo a Bardolino, alle ore 21,00, presso il Caesius Hotel (qui la mappa).
Tra gli altri interverranno Vittorio Messori famoso scrittore - giornalista e Paolo Biondani inviato de l'Espresso nonché coautore insieme a Tessadri Paolo dell'ormai noto articolo pubblicato nel settembre scorso, sempre sull'Espresso, dal titolo "Lago di Garda e di cemento", in cui viene affrontato il tema scottante della speculazione edilizia e conseguente cementificazione nei territori attorno il lago.
Vi lascio qui sotto, gli articoli che abbiamo riportato nei nostri post riguardanti la questione cementificazione sia locale (zona Lago di Garda) che nazionale. Chiudo questo post con una citazione del Messori:
"L' invasione del cemento sul lago di Garda è un orrore per ogni persona di buon senso... "
L'uragano in tv porta tempesta

Lago di Garda e di cemento

Italia, record del cemento invasi tre milioni di ettari - in 15 anni edificata un'area grande come Lazio e Abruzzo

Gomorra fronte del nord


AGGIORNAMENTO: GUARDA IL VIDEO DELLA SERATA

mercoledì 14 gennaio 2009

Viva la FRANCE!


E come poteva finire?
Beh il nano infamava, nel marzo dello scorso anno la Air France-KLM tanto che quest'anno nella nuova Alitalia la compagnia francese entrerà con il 25% per poi, con l'andar del tempo ,accorparsi il restante 75%.
Ma cosa c'è costata la sparata elettorale 2008 del nano?
Spiegherò a passaggi per far capir meglio il tutto. L'anno scorso il governo Mortadella, dopo varie trattative, decise di vendere totalmente Alitalia (quindi con proprietà, debiti, personale ecc.) ad Air France.
Il governo Berlusconi tramite advisor Intesa San Paolo, ha deciso di cedere parzialmente alla Cai la compagnia aerea italiana, vorrei focalizzarmi sul parzialmente in quanto, tutti i debiti della vecchia Alitalia confluiranno nelle casse, già ben indebitate, dello stato.Ma non è finita qui ,per fare un favore ad Intesa San Paolo è stata inglobata nella nuova Alitalia anche la ben indebitata compagnia aerea italiana Air One di Carlo Toto, per la quale l'istituto di credito aveva erogato finanziamenti (rischio insolvenza?!?)
A questo punto chiedo cosa intendeva Berlusconi per italianità ? Intendeva regalare l'Alitalia a Colaninno e poi a quella "compagni...accia" aerea di Air France? Sembra proprio di si.
Quindi cornuti e beffati sti italiani, che in nome e per conto dell'Italianità, pagheranno in tasse (chi le onora sempre sottinteso ) ben 3 miliardi di euro (debiti Alitalia) ed intanto Air France risparmia e se la ride.
Viva La France!

Altri nostri post su Alitalia:
Alitalia a Wanna Marchi
Bye bye Alitalia?

venerdì 9 gennaio 2009

Blog


Per alcuni potrà sembrare scontato, ma ho ritenuto opportuno, onde evitar equivoci di vario genere, dare delle definizioni base per capire meglio "il mondo dei blog".

Che cos'è un weblog?

Un weblog più comunemente chiamato blog è un diario personale online che tratta tematiche di vario genere.


Che cos'è un blogger?
Un blogger è quella persona che scrive su un blog.

Che cos'è un post?
Un post è un articolo scritto da un blogger.

Che cosa è la blogosfera?
Blogosfera è una comunità on line di blogger e dei loro post.

Cos'è un blogroll?
Un blogroll è un elenco di blog che un blogger ritiene di opportuna evidenza; lo si può trovare di fianco ad un blog (vedi il nostro) con l'indicazione dei blog inseriti, seguiti, per alcune piattaforme, anche con l'ultimo post degli stessi, facendo click su questi tramite collegamento ipertestuale si viene trasportati direttamente sugli altri blog.