martedì 22 settembre 2009

Martedi 29 settembre alla Fiera del Riso di Isola della Scala c'è Marcello Dell’Utri


Da non crederci! In una fiera così piacevole e famosa dove si mangia del buon riso, ma dove, però, vengon ospitate non altrettante buone persone. Di chi stiamo parlando? Di chi?
Lo avete già capito? Basta leggere il titolo! Colui è Marcello Dell'Utri invitato alla Fiera del Riso a leggere i “Diari di Mussolini” presso il Palarisitaly di Isola della Scala (Verona) martedì 29 settembre, con inizio alle ore 21
Per chi non sapesse chi è questo esponente del Popolo delle Falsità Vi trascrivo due righe tratte da Wikipedia:
"E'un politico italiano, attualmente senatore della Repubblica per il Popolo della Libertà. Stretto collaboratore di Silvio Berlusconi sin dagli anni settanta e suo socio in Publitalia '80, nel 1993 fondò con lui il movimento politico Forza Italia. Ha subito una condanna in primo grado per concorso esterno in associazione di tipo mafioso e in Cassazione per frode fiscale."

Ci si prepari dunque a dar giusta accoglienza a tal persona, ecco le iniziative,alle quali puoi aderire anche tu, che ho ritrovato nel numeroso gruppo Facebook No a Marcello Dell'Utri a Isola della Scala

1. SCRIVI UNA E-MAIL, lettera o fax di protesta al Presidente della Provincia nonché Sindaco di Isola della Scala Giovanni Miozzi ( presidente@provincia.vr.it Fax: 045 9288731 Telefono: 045 9288610) ; e per conoscenza al quotidiano l'Arena ( redazioneweb@larena.it ) e alla redazione di VRonline.it (lp@vronline.it ) per tenere il conto.

2. ORGANIZZIAMO UN DEGNO COMITATO DI RICEVIMENTO per questa serata con cartelli oppure a sandwich con su scritte le condanne di tale personaggio! Per informazioni e per partecipare contatta nadia.depaoli@tiscali.it o lp@vronline.it

FAC SIMILE DELLA LETTERA DA INVIARE: www.vronline.it/news/art.asp?IDart=1043

1 commento:

Il Re ha detto...

L'Arena
IL GIORNALE DI VERONA

Mercoledì 23 Settembre 2009 PROVINCIA Pagina 27

ISOLA DELLA SCALA. Il senatore contestato per la condanna di concorso esterno alla mafia


Pioggia di critiche
sull’arrivo di Dell’Utri

Annunciate manifestazioni Miozzi incontra Gazzani

C’è aria di contestazione intorno al convegno con il senatore Marcello Dell’Utri in programma alla Fiera del riso martedì 29 settembre. Dopo il consigliere provinciale di Sinistra e libertà Giuseppe Campagnari che aveva criticato la scelta di organizzare un convegno sui diari di Mussolini, stavolta le critiche arrivano non tanto sui diari del duce e sulla polemica se siano veri o falsi, ma proprio sulla presenza di Dell’Utri, condannato in primo grado a nove anni di reclusione per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa. Prima un parente di vittime di mafia, Benny Calasanzio, ha inviato una lettera al presidente della Provincia Giovanni Miozzi, invitandolo a rivedere il programma e a sostituire il convegno del senatore del Popolo della libertà con la presentazione di un volume che denuncia la mafia. Poi, su Facebook è sorto il gruppo &#171! ;No a Marcello Dell’Utri ad Isola della Scala». Fino a ieri contava più di trecento partecipanti e alcuni di loro hanno lanciato l’idea di organizzare una manifestazione in occasione del convegno sui diari di Mussolini. Se così fosse, sarebbe la prima volta che, tra gli stand che sfornano risotti a raffica nel grande padiglione a Prà del Piganzo, sbarca una contestazione politica.
È molto probabilmente questo il motivo per il quale ieri sera il presidente della Provincia Miozzi e il presidente dell’Ente Fiera Massimo Gazzani si sono incontrati per decidere sul da farsi, anche se l’ultima parola spetterà all’Ente Fiera che ha messo in calendario la serata con Dell’Utri.
Annunciato tra gli eventi culturali della Fiera, il convegno con il senatore del Pdl era stato illustrato nella conferenza stampa di presentazione della rassegna più importante che si tiene a Isola della Scala. Dell’Utri è rite! nuto un bibliofilo e nel 2007 annunciò di essere entrato ! in possesso di cinque agende di Mussolini. Si scatenò un dibattito sulla loro autenticità, ma il senatore non ha mai insistito sul fatto che siano vere. Ha detto che, se sono false, chi le ha scritte è un genio. Alle critiche di Campagnari sulla scelta di dedicare una serata ai diari del duce, Miozzi aveva risposto che sono annunciati anche altri convegni in Fiera, tra i quali uno con il vescovo di Verona monsignor Giuseppe Zenti. È l’evento che sta caldeggiando anche con una lettera inviata ai cittadini e nella quale è ricordato anche l’appuntamento che si è tenuto ieri sera, un talk show su riso e vino.
Ma ieri, anche l’Arci Verona è intervenuta sul convegno con Dell’Utri. «Se è vera l’affermazione secondo cui la rassegna ha ormai acquisito importanza anche oltre confine», è scritto in un comunicato firmato dalla presidente Michela Faccioli, «perché dare rilevanza internazionale a! un soggetto condannato in Cassazione per frode fiscale e in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa?»
Giovanni Miozzi non ha voluto rilasciare alcun commento sulle critiche. Ha detto che l’organizzazione fa capo all’Ente Fiera e non alla Provincia o al Comune di Isola della Scala del quale è sindaco.